Domenica primo maggio è la prima domenica del mese. Torna, quindi, in Sicilia l’appuntamento con l’ingresso gratuito nei parchi archeologici, nei musei e nei luoghi della cultura. Sono inclusi i siti che dipendono dall’assessorato regionale dei Beni culturali e dell’Identità siciliana.

Ingresso gratuito nella prima domenica del mese

Ingresso libero per visitare i principali siti culturali regionali secondo quanto disposto dall’assessore dei Beni culturali e dell’Identità siciliana, Alberto Samonà, che ha aderito all’iniziativa del Ministero della Cultura.

«Musei e Parchi archeologici – spiega l’assessore – sono nutrimento per l’anima, luoghi in cui possiamo respirare cultura a contatto con importantissime testimonianze della storia».

«Visitare un museo, un parco archeologico, una mostra, è l’occasione per riacquisire piena consapevolezza della nostra identità, contrassegnata da molteplici espressioni artistiche, storiche e culturali, che rendono la Sicilia unica al mondo».

L’assessorato ha anche comunicato che, in seguito ai lavori di ripristino seguiti agli incendi dello scorso anno, sarà aperta al pubblico la Porta Sud del parco archeologico di Leontinoi (Carlentini, Siracusa), nell’area archeologico di San Mauro. La stessa area sarà aperta successivamente solo su richiesta, con prenotazioni al museo archeologico di Lentini.

Cosa vedere

Potete consultare l’elenco completo dei luoghi aperti gratis domenica primo maggio sul sito dell’assessorato dei Beni Culturali della Regione Siciliana.

Tra i Parchi, quelli più richiesti sono la Valle dei Templi di Agrigento, ma anche Segesta e Selinunte (questi ultimi entrambi nella provincia di Trapani), nonché il Parco Archeologico di Morgantina e la Villa del Casale di Piazza Armerina, in provincia di Enna.

Tra i musei, segnaliamo la Galleria Regionale della Sicilia di Palazzo Abatellis, a Palermo, ma anche la Casa Museo di Luigi Pirandello, ad Agrigento e il Museo del Satiro di Mazara del Vallo. Lunghissimo è, poi, l’elenco dei siti archeologici e monumentali della Sicilia con ingresso gratuito nella prima domenica del mese.

È un’ottima occasione per scoprire le ville romane della provincia di Messina, il Teatro romano e l’Odeon di Catania, Naxos e Tindari (entrambe in provincia di Messina), perdersi nel Castello Maniace di Siracusa, ma anche nel Castello della Zisa di Palermo o nello spettacolare Chiostro di San Giovanni degli Eremiti, così come tra le meraviglie di Monreale.

Foto: Hervé SimonLicenza.

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia

    Articoli correlati