Parliamo di proprietà e benefici dell’olio extravergine d’oliva, uno dei cardini della Dieta Mediterranea. Quando si parla di condimenti, non teme confronti, soprattutto quando è di buona qualità. La nostra Sicilia vanta una grande tradizione in tal senso, essendo una regione ricca di cultivar pregiate. L’olio extravergine d’oliva non è soltanto buono, ma fa anche bene al nostro organismo. Diverse ricerche hanno dimostrato i suoi benefici.

Ad esempio, uno studio degli esperti del St. Michael Hospital di Toronto, ha evidenziato come l’olio extravergine sia in grado di aumentare una proteina chiamata ApoA-IV, il cui scopo è regolare le piastrine. Vediamo in dettaglio tutte le proprietà dell’olio extravergine d’oliva.

Proprietà dell’olio extravergine d’oliva

Vediamo insieme quali benefici può apportare al nostro organismo l’olio extravergine.

  • Fa bene al cuore – È ricco di acidi grassi monoinsaturi e riduce il rischio di trombosi, ictus, infarti e neoplasie.
  • Combatte il diabete – Aiuta a ridurre i picchi di glicemia dopo i pasti.
  • È il condimento con il miglior equilibrio di grassi ed è un concentrato di vitamine e minerali.
  • Aiuta l’intestino, grazie all’alta digeribilità e ha anche blande proprietà lassative.
  • Tiene sotto controllo il colesterolo.
  • Ha numerose proprietà cosmetiche – Ha un effetto anti-crespo sui capelli. Gli impacchi di olio d’oliva rilasciano componenti antiossidanti, emollienti e nutrienti.
  • È una fonte naturale di vitamina E, potente antiossidante che protegge la pelle dai processi di invecchiamento.

Per olio extravergine d’oliva si intende l’olio ottenuto dalla prima spremitura delle drupe, cioè i frutti (olive) dell’ulivo. I processi di estrazione dell’olio extravergine sono meccanici e si esclude del tutto l’impiego di mezzi o processi chimici.

Le varie fasi di lavorazione non devono incidere sulla qualità del prodotto finito: questo deve risultare integro e ben conservato. L’idoneità dei processi di lavorazione è data dal parametro “acidità”. Il pH dell’olio extravergine d’oliva rappresenta, insieme ad alcune proprietà organolettiche e gustative, un parametro fondamentale. Questo è espresso in acidi grassi liberi di acido oleico (C 18:1); dal punto di vista legislativo alimentare, un olio EVO non deve superare lo 0,8% di C 18:1 libero.