‘A tavula è trazzera. Questo è un proverbio siciliano che avrete sicuramente sentito dire. Anche in questo caso, troviamo un proverbio di ambito gastronomico, che usa la cucina per suggerire un utile consiglio. I modi di dire ci raccontano la cultura siciliana, ci aiutano a comprendere meglio le tradizioni e le usanze di Sicilia.

Non dimentichiamo che in passato si faceva davvero grande affidamento sui proverbi. La loro forza, nel corso dei decenni, è andata un po’ scemando, ma rimangono comunque degli eccellenti esempi cui attingere qualora si voglia conoscere meglio la nostra bellissima terra.

Cosa significa ‘A tavula è trazzera? La traduzione è semplice: “La tavola è una scorciatoia”. La trazzera, infatti, è un viottolo di campagna e, in senso lato, una scorciatoia. Il proverbio siciliano si insegna che a tavola è più facile stringere relazioni d’affari, conoscersi meglio, accorciare le distanze.

Se vi piacciono i proverbi siciliani, eccone altri che troverete interessanti.

  • Assai vali e pocu costa a malu parlari bona risposta.
    (Una buona risposta a cattive parole vale molto e costa poco).
  • Cu unn’è abituatu a brachi novi, un paru chi n’avi, si caca tuttu.
    (Chi non è abituato a pantaloni nuovi, appena ne ha un paio se ne vanta esageratamente).
  • Servu d`autru si fa cu dici lu sigretu chi sa. (Chi racconta i propri segreti si fa servo degli altri).
  • Fa beni e scordatillu, fa mali e pensaci.
    (Fai il bene e dimenticalo, fai il male e pensaci).
  • I spini ne’ carni i lavutri su comu a sita.
    (Le spine nella pelle degli altri sono come la seta).