Nel 2016 gli avevano diagnosticato la leucemia e pochi giorni di vita, ma lui ha vinto la battaglia contro la malattia, prima di tutto grazie alla famiglia, poi grazie ai colleghi. Il protagonista di questa vicenda, avvenuta a Cologno Monzese (Milano) è Emilio, 53 anni: l'uomo ha ricevuto il midollo osseo dal figlio e le persone che lavorano con lui hanno fatto un grande gesto di solidarietà. Emilio aveva finito i giorni retribuiti di malattia e i colleghi della Mattei Group di Vimodrone gli hanno donato quasi mille ore di ferie per permettergli di proseguire le cure.

Da pochi mesi il 53enne si è sottoposto a un trapianto di midollo osseo: ha sconfitto la leucemia, ma è troppo debole per tornare al lavoro. L'alternativa era mettersi in aspettativa non retribuita: "Stavo già preparando le pratiche per l'aspettativa quando mi è arrivata questa bellissima notizia. Non so come ringraziare i miei colleghi, mi hanno davvero commosso. Grazie a loro posso mantenere lo stipendio anche per i prossimi mesi", ha detto il protagonista alla Gazzetta della Martesana.

I colleghi, in tutto 110, hanno donato 8 ore di ferie ciascuno: "Quando abbiamo saputo che di lì a poco sarebbe rimasto senza stipendio, abbiamo cercato subito di capire se potevamo fare qualcosa – ha detto un collega di Lentini – All'inizio sembrava che non fosse possibile perché è un opzione contemplata solo per i familiari, ma tramite l'azienda siamo riusciti a farlo. Emilio è sempre stato uno di noi, ha combattuto tante battaglie e non potevamo non stargli vicino. L'unica cosa che conta è che si rimetta in salute".