Una donna di 70 anni di Gela è ricoverata all’ospedale Sant’Elia di Caltanissetta perché colpita da meningite batterica. In un primo momento era stata ricoverata al Vittorio Emanuele di Gela, poi è stata trasferita.

La pensionata si trova nel reparto di malattie infettive e la prognosi sulla vita è riservata. È stata trasferita al reparto malattie infettive del Sant’Elia perché a Gela non era possibile effettuare la rachiocentesi.

La meningite batterica è l’infiammazione delle meningi encefaliche e/o spinali frutto di un’infezione sostenuta da un batterio. Si caratterizza per un’ampia varietà di sintomi (come febbre, rigidità del collo, sonnolenza e fotofobia) e può dar luogo a gravi complicanze.

La malattia richiede una serie di cure che solo una struttura ospedaliera è in grado di dare: è dunque necessario il ricovero in ospedale.