CATANIA – La scimmia è tornata dal suo piccolo padroncino. L'animale era stato rubato a una famiglia di Catania da un gruppo di pregiudicati che hanno legato la scimmietta nell’atrio del loro condominio per il loro diletto, non dandole né cibo né acqua. L’animale domestico era stato portato via dalla villa dei suoi padroni che avevano denunciato il furto al commissariato. La scimmietta ha aiutato il bimbo di 5 anni ad affrontare una grave malattia. E i genitori temevano un peggioramento con questo distacco.

Come riporta il "Giornale di Sicilia", l'animale è stato trovato all’interno dell’atrio condominiale, legato a una corda di circa 3 metri che ne limitava i movimenti. Due persone sono indagate, mentre un'altra deve rispondere di ricettazione. Attualmente la scimmietta è stata affidata giudizialmente alla famiglia del bambino, che ha adottato tutte le misure precauzionali per rendere l’habitat dell’animale ancora più confortevole di prima.

Rischia però la denuncia per detenzione illegale di una specie protetta il padre del bimbo malato che ha denunciato il furto della scimmietta. Gli investigatori vogliono accertare come l’uomo sia venuto in possesso dell’animale, che ora gli agenti gli hanno affidato in custodia giudiziale in attesa di accertamenti. Le scimmie sono animali esotici protetti da un accordo sul commercio internazionale di specie a rischio di estinzione, chiamato anche Convenzione di Washington. Come sanzione sono previsti l’arresto da sei mesi a due anni o il pagamento di un’ammenda da 15.000 a 150.000 euro.