Buone notizie da Ryanair. La compagnia low cost non effettuerà ulteriori cancellaizoni, dopo quelle decise fino al prossimo mese di marzo, e continuerà a crescere in Italia, con un incremento del 6% nella stagione invernale. Il numero uno di Ryanair, Micheal O'Leary, ha incontrato il presidente dell'Enac Vito Riggio: «È stato un incontro molto positivo – ha detto O'Leary – abbiamo assicurato all'Enac che quelle annunciate fino a marzo saranno le ultime cancellazioni. Abbiamo confermato la nostra crescita in Italia, con un aumento del 6% della nostra attività nella stagione invernale e abbiamo nuovi importanti programmi per nuove rotte nel 2018».

«Ringraziamo l'Enac per il suo sostegno – ha affermato O'Leary – è stato importante che oggi ci siamo visti. I risarcimenti dovuti alle cancellazioni ci costeranno 25 milioni di euro e pagheremo tutti i nostri conti. Nelle ultime due settimane, abbiamo trovato una soluzione per il 95% dei passeggeri coinvolti». Il numero uno di Ryanair ha spiegato che «al momento sono in corso colloqui con piloti di Alitalia che vogliono venire a lavorare con noi». «I nostri piloti sono pagati bene» ha precisato: «Lo stipendio è migliore, le condizioni sono migliori, la sicurezza del posto di lavoro è migliore». «Ryanair applica contratti irlandesi che si rifanno a leggi europee».