01Bobez Arte presenta 



Luca Raimondi

Paesaggio “en plein air ”



a cura di Floriana Spano’



Sabato 25 ottobre 2014 alle ore 18 sarà inaugurata la mostra personale di Luca Raimondi: in esposizione 38 opere, tra tele e tavole ad olio, di recente realizzazione sul paesaggio, realizzate rigorosamente dal vero dall’artista palermitano. 



Scrive Floriana Spanò nella presentazione al catalogo:



[…] Quella di Luca è una pittura che, richiamando la tecnica impressionista, aspira a trasmettere l’immediatezza dell’immagine, dando alle proprie opere un tocco estremamente riconoscibile, rendendole affascinanti per il personale modo di rappresentare, più che per l’oggetto stesso della rappresentazione.[…]



[…]L’artista trascura il superfluo, dipinge sulla tela una sintesi dell’ “impressione” che uno stimolo esterno ha suscitato in lui. Non esistono linee di contorno; il disegno lascia spazio a pennellate non studiate, date per tocchi, picchiettature, macchie. La parola d’ordine è “en plein air”, dipingere all’aria aperta, abbandonando la pittura in studio, secondo il modello accademico; concentrandosi invece sui paesaggi reali, immersi nella luce, seguendo la rapida traiettoria del colore; dissolvenze in accostamenti di colore puro.[…]



All’interno del periodo della mostra verranno creati due eventi satellite in data 26 di ottobre e 08 novembre alle ore 17 in cui l’artista terrà un dimostrazione di pittura e un dibattito sulla sua visione artistica con Floriana Spanò. 



La mostra è patrocinata dal Comune di Palermo e dalla Regione Sicilia, e si protrarrà fino al 8 novembre 2014. 



Bobez Arte, via La Lumia 22, Palermo.

Ingresso libero.

Orari: 

– lunedì 16.30/19.30

– da martedì a sabato 09.30/12.30 e 16.30/19.30 

– domenica 10/12.30 e 17/20. 

Per informazioni: 

339.3634206 / 347.8366580 / 339.7553892 

@[NjQyMTgzOTU5MjA4MTA3Omh0dHBcYS8vd3d3LmJvYmV6YXJ0ZS5jb20vOjo=:www.bobezarte.com.]



Biografia

Luca Raimondi è nato nel 1977, da padre palermitano e madre milanese.

Si è formato secondo un rigoroso metodo tipico degli atelier classici, basato sul disegno, lo studio dei colori e della luce, e la conoscenza tecnica dei materiali. Ha studiato con Marc Dalessio, uno dei più affermati paesaggisti contemporanei, e Nathan Sowa, istruttore alla Florence Academy of Art in Svezia. 

Lavora esclusivamente dal vivo, dipingendo oggetti quotidiani nel suo studio e viaggiando e dipingendo la natura “en plein air”.