Sambuca di Sicilia è stato incoronato Borgo dei Borghi 2016, ma non sono mancate polemiche nelle ultime fasi della competizione, legate all'improvvisa esclusione di Cervo per una clamorosa manipolazione del voto. Determinante, nella scelta del borgo più bello d'Italia, è il cosiddetto web-voting, cioè l'espressione della preferenza con un click: è proprio qui che si è verificato un piccolo giallo.

Fino alla puntata della sera di Pasqua del programma "Alle falde del Kilimangiaro", nel corso della quale è stato incoronato il vincitore, Sambuca è stato in lotta con Cervo ligure: proprio durante il programma di RaiTre, però, la conduttrice Camila Raznovich ha annunciato l'accertamento di scorrettezze telematiche nel tentativo di manipolazione da parte di alcuni sostenitori della cittadina ligure. Un piccolo giallo, che tuttavia non ha in alcun modo rovinato la festa per la terza vittoria consecutiva della Sicilia, che vanta anche quest'anno il Borgo dei Borghi.

Dal sindaco di Cervo, Gian Paolo Giordano, è arrivata la replica:

«Non sappiamo nemmeno noi cosa possa essere successo. Sul sito della trasmissione – ha detto a Corriere.it – fino alle 2 di notte, eravamo secondi, poi siamo spariti. Chiederemo spiegazioni. Io sono profano in materia di computer e invidio i miei nipotini di quattro anni che navigano senza problemi. Ne capisco meno di zero. Se manipolazione c’è stata è cosa gravissima. Ma se è così facile manipolare vuol dire che il sistema non funziona. E questo va detto agli organizzatori. Beh, comunque non è bello. Noi cercavamo di raccattare voti anche all’estero, contattando i turisti innamorati di Cervo o i nostri migranti, facendoli partecipare al voto, ma tutto con grande correttezza».

Foto: Gioacchino Scrò