È una famiglia francese ad aver vinto il concorso Airbnb che ha messo in palio un soggiorno gratuito di un anno in una casa a 1 euro a Sambuca di Sicilia. Il borgo della provincia di Agrigento, tra meno di una settimana, avrà cinque nuovi concittadini: Eva, Mathieu, Iba, Jeanne e Pierre.

Airbnb, chi ha vinto il soggiorno a Sambuca di Sicilia

Questa famiglia di “nomadi digitali” avrà l’opportunità di soggiornare gratis in Sicilia: originaria della provincia di Bordeaux, è stata selezionata tra quasi 100mila candidature arrivate per il progetta della “Casa a 1 euro“. All’inizio dell’anno Airbnb, insieme al Comune di Sambuca e allo studio di architettura palermitano Didea, ha ristrutturato uno degli immobili in stato di abbandono nel centro storico del paese.

Oggi quell’immobile è diventato una casa di design. Al termine dei lavori, il portale Airbnb ha indetto un concorso internazionale, aperto a partecipanti da tutto il mondo e rivolto a chi volesse trasferirsi a Sambuca di Sicilia per promuovere un turismo locale e sostenibile. I vincitori vivranno per un anno nella casa e ne affitteranno una parte su Airbnb.

L’iniziativa ha subito suscitato grandissimo interesse. Sono arrivate quasi 100mila candidature. Il 22% proveniva da residenti negli Stati Uniti, il 15% dall’Argentina, il 10% dall’India, l’8% dal Messico, il 5% da Francia e Regno Unito. Grazie all’iniziativa delle case a 1 euro lanciata dal Comune del borgo, Sambuca è diventata una meta di rilievo nel panorama internazionale, la destinazione ideale per chi è intenzionato a cambiare vita e trasferirsi in Sicilia.

Una nuova vita in Sicilia

Tra le candidature giunte ad Airbnb, è stata selezionata quella della famiglia francese: Eva, insegnante di Pilates, è già host Airbnb in Francia, e desidera di lanciarsi in un’esperienza da “digital nomad” insieme alla propria famiglia, abbracciando la vita lenta del paesino siciliano.

Insieme a lei, il marito Mathieu e i figli Iba, Jeanne e Pierre si preparano quindi ad iniziare una nuova fase della loro vita, senza abbandonare però completamente il proprio passato. Con lo smart working e la flessibilità che ormai contraddistingue le esperienze professionali in tutto il mondo, entrambi i genitori prevedono di continuare il loro lavoro.

Alle loro mansioni professionali aggiungeranno l’attività ricettiva su Airbnb a Sambuca di Sicilia. A partire dal prossimo agosto, infatti, metteranno a disposizione dei viaggiatori una stanza della loro casa siciliana.

I vincitori arriveranno a Sambuca di Sicilia il 2 luglio

Dopo aver appreso della vittoria, hanno commentato con grande entusiasmo: «Per noi è davvero un sogno diventato realtà, quasi non potevamo crederci quando abbiamo saputo di essere stati selezionati. In questi mesi ci siamo preparati e siamo ora pronti ad iniziare questa nuova avventura».

«Non vediamo l’ora di conoscere meglio la comunità locale, di stabilirci nella nostra nuova casa e di accogliere i primi ospiti: abbiamo già ricevuto la nostra prima prenotazione per il 1° di agosto!», ha aggiunto la famiglia francese. Eva, il marito e i figli arriveranno per la prima volta a Sambuca di Sicilia sabato 2 luglio. Ad accoglierli ci saranno il sindaco Leonardo Ciaccio, il country manager di Airbnb Giacomo Trovato e tutta la comunità locale.

«Sambuca – commentano il sindaco Ciaccio e il suo vice, Giuseppe Cacioppo (promotore del progetto Casa a 1 euro) – si conferma paese dell’accoglienza e del turismo sostenibile». «Anche noi non vediamo l’ora di conoscere i nostri nuovi concittadini e di mostrare loro i nostri monumenti, l’area archeologica di Adranone, il lago Arancio e le bellezze architettoniche e paesaggistiche del nostro Borgo che nel 2016 ha conquistato il titolo di Borgo più bello d’Italia», hanno aggiunto.

Grazie alle case a 1 euro, Sambuca di Sicilia ha dato vita a una vera a propria rigenerazione urbana dell’antico centro storico, nel giro di pochi anni. Persone provenienti da tutto il mondo hanno acquistato e ristrutturato circa 180 vecchie case.

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia

    Articoli correlati