Ottime notizie per due bellissime località siciliane, la Scala dei Turchi di Realmonte e la Riserva Naturale Orientata Cavagrande del Cassibile. Questi due gioielli naturalistici del territorio diventeranno ancora più belli, grazie all’arrivo di due milioni e mezzo di euro. A dare l’annuncio è stato lo stesso presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci. Musumeci è anche Commissario del governo nazionale contro il dissesto idrogeologico.

Proprio in questa veste ha comunicato la decisione della Giunta di governo di destinare quasi quasi quattro milioni di euro a tre interventi urgenti nelle province di Agrigento, Siracusa e Catania. I soldi provengono da una rimodulazione del Fondo di sviluppo e coesione.

Scala dei Turchi e Cavagrande tornano allo splendore

“La Scala dei Turchi a Realmonte e la Riserva Naturale Orientata Cavagrande del Cassibile potranno tornare presto al loro splendore, dopo anni di abbandono. Abbiamo destinato due milioni e mezzo di euro per metterle in sicurezza e renderle nuovamente fruibili al pubblico”. Queste le parole di Musumeci su Facebook.

Nello specifico, si tratta di lavori (417 mila euro) da effettuare nel Comune di Realmonte per mettere in sicurezza il costone roccioso che sovrasta la famosa spiaggia di Scala dei Turchi. Ogni anno, moltissimi turisti decidono di visitare questo gioiello. Nei giorni scorsi  l’assessore regionale al Territorio e ambiente Toto Cordaro ha effettuato un sopralluogo per verificare di persona lo stato dei luoghi.

Altri due milioni di euro sono stati destinati per la Riserva naturale orientata di Cavagrande. Quest’area ricade a cavallo di tre comuni del Siracusano: Avola, Cassibile e Siracusa. È una zona chiusa al pubblico da quattro anni, a causa di un incendio che ha danneggiato il costone roccioso del sentiero Scala Cruci.

L’ultimo finanziamento (1,5 milioni di euro), infine, riguarda il consolidamento del costone roccioso, a difesa del centro abitato di piazza De Gasperi nel Comune di Vizzini. A gestire tutti gli interventi saranno gli uffici del Commissario, coordinati dal soggetto attuatore Maurizio Croce.