Il futuro della Scala dei Turchi di Realmonte è al centro di un acceso dibattito. Nei giorni scorsi le dichiarazioni del proprietario hanno riacceso i riflettori sulle modalità di gestione della splendida scogliera di marna bianca della Sicilia.

Scala dei Turchi, la Regione: «Troveremo soluzione migliore»

«Il governo Musumeci ha attivato da tempo le procedure per definire positivamente il futuro della Scala dei Turchi e la prossima settimana abbiamo convocato una riunione per individuare la soluzione migliore che porti a una conclusione rapida della vicenda, soddisfacente per tutte le parti in causa».

A dirlo è l’assessore regionale al Territorio e all’Ambiente, Toto Cordaro, dopo quanto dichiarato dal proprietario di una parte della Scala dei Turchi, che si è detto disposto a venderla all’asta.

«È necessaria una sintesi tra l’interesse del privato e le prerogative del comune di Realmonte. La troveremo! Stiamo lavorando per la nostra Sicilia», ha commentato Cordaro su Facebook.

«Come sanno bene il privato e il suo legale – ha precisato – la Regione Siciliana si è da subito fortemente impegnata per la risoluzione del problema, interessata alla tutela e alla valorizzazione di un bene di grande pregio naturalistico. Si è dovuta attendere la conclusione dell’iter giudiziario che, per alcuni anni, ha interrotto sub iudice la questione relativa alla titolarità del bene».

«Ma la Regione ha aggiunto – ha lavorato e continuerà ad adoperarsi per trovare la sintesi tra il Comune di Realmonte, che rivendica la titolarità della gestione, e il proprietario che deve cederla in maniera giuridicamente corretta».

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia

    Articoli correlati