Scala dei Turchi diventerà bene culturale di interesse naturalistico”. A ribadirlo è il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci. La dichiarazione arriva all’indomani dell’approvazione all’unanimità, da parte del Consiglio comunale di Realmonte (Agrigento), dell’atto di indirizzo con il quale il sindaco Calogero Zicari ha deciso di non procedere ad alcun accordo con la proprietà del sito turistico noto in tutto il mondo, ma di proseguire nel contenzioso giudiziario già promosso dall’amministrazione cittadina.

“Lo scorso 7 gennaio, a Palazzo Orleans, dopo un confronto con i rappresentanti locali e i tecnici – aggiunge il il governatore – abbiamo delineato un percorso virtuoso che avrà come approdo finale l’apposizione del vincolo sulla spiaggia di Realmonte e l’adozione di tutte le iniziative utili a salvaguardare la scogliera di marna bianca. Il nostro intendimento non è cambiato di una virgola rispetto a quanto già stabilito”.

Nei giorni scorsi erano stati sollevati alcuni dubbi da Legambiente, che aveva parlato di un accordo tra il Comune di Realmonte e il proprietario per la gestione della Scala dei Turchi.

In merito è intervenuto l’assessore al Territorio e Ambiente, Toto Cordaro, che ha spiegato: “Creare tensioni e allarmismi sulla tutela e la gestione dell’area – sottolinea – è deleterio. I fatti hanno smentito le ricostruzioni e le indiscrezioni infondate. Dopo il vertice delle scorse settimane con il presidente Musumeci, ne sarà convocato un altro per accelerare sul percorso già stabilito”.

Foto di Gianni Grimaldi

Articoli correlati