AGRIGENTO – Non si placano le polemiche per l'episodio verificatosi mercoledì sera nel reparto di Pediatria dell'ospedale San Giovanni di Dio di Agrigento, quando ai piccoli pazienti è stato somministrato un sedativo al posto di fermenti lattici. 

Adesso è il momento di dare una risposta alle tante domande: l'inchiesta interna, aperta immediatamente dall'azienda ospedaliera, si sta al momento concentrando proprio sul flacone di sedativo che, a quanto pare, non solo non avrebbe dovuto trovarsi al reparto di Pediatria, ma neanche essere a portata di mano

L'inchiesta, come già dichiarato da Antonello Seminerio, direttore sanitario del San Giovanni di Dio, punta a "capire cosa non abbia funzionato nella procedura di uso del farmaco". Starà proprio all'inchiesta dell'ospedale fare chiarezza e capire cosa non abbia funzionato e perché quel sedativo si trovasse lì.