Immagine1       A circa 20 km dal centro abitato, in territorio di Calascibetta, tra le assolate campagne dell’ennese, sorge l’antico borgo feudale di Cacchiamo. Il borgo, ancora abitato, si trova sui monti Erei ad una altezza di circa 880 metri s.l.m in un territorio, anticamente feudo dei Ventimiglia che, nella seconda metà del 500’, lo vendettero alla famiglia Ferreri di Savona.

      Di notevole importanza è la masseria fortificata che, edificata nel XVI secolo, dalla stessa famiglia Ferreri, per il suo valore storico è oggi sotto tutela della regione Sicilia. La monumentale struttura, recentemente restaurata, vide la sua nascita durante la dominazione spagnola in Sicilia, ed è un luogo che val la pena visitare. Nella cappella gentilizia dedicata a San Giuseppe spiccano due splendidi affreschi del ‘700, mentre esternamente, proprio al centro del grande cortile, fà sfoggio di se anche un monumentale abbeveratoio recentemente ristrutturato.

      Il borgo è posto al centro di un territorio di grande interesse naturalistico e conta oggi un centinaio di abitanti che, come è facile immaginare, sono essenzialmente dediti alla agricoltura ed alla pastorizia. Quello di Cacchiamo è un sito che val ben una escursione; la località è facilmente raggiungibile da Calascibetta (En) attraverso la strada provinciale 80 e vi permetterà di conoscere ed apprezzare un’altra delle tante bellezze nascoste della nostra isola.