Da semplice turista della domenica, se pur curioso, devo confessarvi di esser rimasto particolarmente attratto da questa struttura dall’aspetto arabeggiante che si incontra, si fa per dire, nelle campagne di Castiglione di Sicilia, splendido paesino in provincia di Catania.

Il mio primo pensiero è stato quello di documentarmi ed ho scoperto che questa costruzione viene comunemente chiamata “a cuba”, forse per il suo tetto a cupola, anche se per vero in Sicilia questa denominazione viene usata pur con altri significati.

La cuba di Santa Domenica, questo il suo vero nome, ha una storia in qualche maniera misteriosa e ad oggi gli studiosi pare non siano concordi nel datarne la costruzione che dovrebbe comunque risalire al periodo paleocristiano.

L’interno, non più integro, pare fosse arricchito da affreschi di epoca bizantina oggi non più visibili, mentre  ben delineate sono ancora le volte a crociera. Luogo di preghiera la costruzione, dichiarata monumento nazionale nel 1909, è in gran parte circondata da un muro a secco in pietra scura e, proprio perché ”nascosta”, va cercata in aperta campagna nella splendida vallata del fiume Alcantara in una zona comunque agevolmente raggiungibile.

Grazie in ogni caso ai lettori di questa rubrica che, dal mese di aprile ad oggi, ci hanno consentito di raggiungere circa 30.000 contatti e che mi fanno pensare ad un sempre maggior interesse nei confronti dei tanti luoghi, belli ma non sempre conosciuti e valorizzati della nostra Sicilia.

Foto di Aldo Ermini