ImmagineQuella di Sciglio è una ubertosa contrada che si trova  a pochi chilometri da Messina in territorio di Roccalumera.  Qui sin dal XVIII secolo sorge un insediamento abitativo sviluppatosi laddove anticamente era un bosco di felci e querce che veniva utilizzato per la produzione di legna da ardere  che a sua volta  serviva per la estrazione di allume le cui miniere si trovavano proprio in quelle zone. Il piccolo villaggio, alcune decine di case e villette per lo più di recente costruzione, è dominato dalla chiesa dei Santi Cosma e Damiano che conserva al suo interno un bel battistero in marmo, un prezioso dipinto raffigurante la Sacra Famiglia ed anche un pregevole organo, oltre che le sculture in legno dei due Santi. Oggi che non esistono più le miniere l’economia di Sciglio, così come quella dell’intero territorio, è orientata verso attività di carattere agro-turistico. Tanti infatti i villeggianti che scelgono questa tranquilla meta per le loro vacanze circondati da un paesaggio ricco di agrumeti dove, soprattutto la produzione di eccellenti limoni,  inonda l’aria di gradevoli profumi. A Sciglio si giunge attraverso la SS 114 o dalla A18 ME-CT;  ma nei pressi si trova anche il piccolo villaggio di Allume che deve il suo nome proprio al minerale che in quei posti, grazie proprio alle presenza delle cave, costituiva la principale fonte di sostentamento. Quello Di Allume è un insediamento abitativo più antico dove, al centro del piccolo e silenzioso borgo, fa bella mostra di se la chiesa della Madonna del Rosario, pregevole esempio di barocco siciliano con un gradevole campanile quadrato  costruito in pietra bianca e nera. Anche qui non manca qualche bella opera d’arte che val la pena vedere e tra questi un prezioso dipinto raffigurante la Madonna.