Dagli Stati Uniti alla Sicilia per ritrovare le proprie origini. Protagonista di questa avventura, una famiglia di italo-americani. Grazie al progetto “Roots ‘n Tours” potranno conoscere i loro parenti, persi nel tempo a causa della distanza, ma adesso ritrovati.

Il progetto è nato da un’idea del siciliano Rosario Turrisi, con il supporto di Giovanni De Carli. Le origini della famiglia di italo-americani sono in due piccoli borghi del Messinese, cioè Rometta e Saponara.

Arriveranno qui ben 12 ospiti, nella giornata del 17 ottobre. Roots ‘n Tours si propone di valorizzare i territori interni della Sicilia e il loro patrimonio. Chi ha origini siciliane, ma vive all’estero, può ritrovare i propri familiari. Si tratta di un vero e proprio format di “viaggio per le radici” per oriundi italiani che vivono all’estero, dove l’emigrazione è stata massiccia dalla fine dell’Ottocento.

Dagli Stati Uniti alla Sicilia: Roots ‘n Tours

“Obiettivo dell’iniziativa è unire le risorse ed ottimizzare le energie di questo immenso territorio, ricco di tradizioni culturali ed enogastronomiche. Molti dei nostri emigrati mantengono un legame con i loro territori dai quali provengono, molti altri invece vorrebbero riscoprire le proprie origini. Il turismo di radice, che in Italia è ancora un punto debole, può diventare il nostro punto di forza”. Queste le parole di Rosario Turrisi.

La famiglia arriverà dagli Stati Uniti a Rometta alle 9.30 del 17 ottobre. Qui è in programma un saluto di benvenuto da parte del sindaco e la consegna di dono rappresentativo del paese. Alle 10.15 ci sarà una visita del borgo di Sant’Andrea e alle 11 di Rometta. Pranzo, naturalmente, a base di prodotti locali. Ci si sposterà poi a Saponara. Dopo il saluto di benvenuto da parte del sindaco, avverrà l’incontro con i parenti siciliani.