Papa Francesco ha proclamato 10 nuovi santi durante la celebrazione in piazza San Pietro, tra cui la siciliana Maria di Gesù Santocanale.

Chi è la nuova Santa siciliana

Maria di Gesù Santocanale, da nobildonna a madre dei poveri e degli orfani Fondatrice delle Suore Cappuccine dell’Immacolata di Lourdes, nata a Palermo, di origini nobili, abbandonò gli agi per spendersi nel servizio agli ultimi. Morì a Cinisi nel 1923 ripetendo il nome di Gesù.

Rifiuta matrimoni combinati e solo l’8 febbraio 1887 suo padre barone le dà il permesso di consacrarsi a Dio. Così a giugno riceve il saio nero delle Terziarie francescane regolari e la seguiranno nei mesi successivi tre compagne, il primo nucleo delle future suore cappuccine dell’Immacolata di Lourdes.

Preso il nome di suor Maria di Gesù, inizia la questua per aiutare i poveri e fa la catechesi a decine di ragazzi lontani dalla chiesa ma anche dalla scuola. Fonda un orfanotrofio per le bambine, un asilo nido, una mensa per gli indigenti e una scuola di ricamo per le ragazze, è vicina agli anziani soli con l’assistenza materiale e spirituale.

L’8 dicembre 1909 la Congregazione viene finalmente approvata dal vescovo di Monreale e aggregata all’Ordine dei frati minori cappuccini; le suore vestiranno un abito marrone. “Sono figlia di san Francesco”, dichiara la fondatrice che, come il santo di Assisi, aveva lasciato alle spalle una vita agiata per abbracciare quella umile e semplice di religiosa.

Leoluca Orlando, sindaco di Palermo, ha commentato: “La canonizzazione di suor Maria di Gesù Santocanale è una bella notizia per la città di Palermo. Suor Maria di Gesù ha speso la sua vita in difesa degli ultimi e ha testimoniato con la sua intera esistenza il valore della solidarietà e dell’accoglienza”.

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia

    Articoli correlati