SIRACUSA – Una donna è stata selvaggiamente picchiata dal suo convivente. L'uomo, 35 anni, in preda ai fumi dell'alcool l'ha colpita con pugni, calci e perfino con una spranga di ferro. Gli agenti delle volanti hanno arrestato a Siracusa il responsabile dei feroci atti con l’accusa di lesioni personali aggravate e maltrattamenti in famiglia.

I poliziotti hanno raccolto la segnalazione di una violenta lite in famiglia, trovando la donna in stato confusionale con il volto tumefatto ed ecchimosi diffuse nelle gambe e nelle braccia.

Secondo la ricostruzione degli investigatori, il 35enne aveva trascorso la notte fuori casa dopo una lite; al suo rientro avrebbe picchiato la convivente con calci e pugni, afferrandole i capelli le avrebbe sbattuto il volto sul pavimento e utilizzando un bastone da tenda in metallo l’avrebbe colpita più volte.