A Siracusa ci saranno tre vie intestate a Giuseppe Di Matteo, Rita Atria e Felicia Bartolotta Impastato. No, invece, a una strada da intitolare a Giorgio Almirante, storico esponente del Movimento Sociale Italiano, scomparso a Roma il 22 maggio 1988.

La Giunta del Comune aretuseo, infatti, ha approvato il verbale della commissione toponomastica con cui si approva l’intitolazione di alcune strade cittadine.

Rigettate, perché non supportate da un numero congruo di firme (come previsto dal regolamento comunale), le proposte riferite ad Almirante, appunto, oltre che a Filadelfo Aparo e Giuseppe Guccione, Giuseppe Serra, Salvatore Grillo, Giuseppe Incastrone, Vincenzo Migliorisi e Enzo Siena.

Giuseppe Di Matteo è il bambino ucciso dalla mafia l’11 gennaio 1996, all’età di 15 anni. Era stato rapito tre anni prima, il 23 novembre. Tra coloro che architerrano il rapimento c’era anche Matteo Messina Denaro, arrestato pochi giorni fa a Palermo.

Rita Atria è stata una testimone di giustizia che si è tolta la vita a 17 anni, una settimana dopo la strage di via D’Amelio, in cui persero la vita il magistrato Paolo Borellino e gli agenti della sua scorta.

Infine, Felicia Bartolotta Impastato, scomparsa il 7 dicembre 2004, era la madre di Peppino Impastato, ucciso dalla mafia il 9 maggio 1978.

Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di SiciliaFan! Iscriviti, cliccando qui!

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia