Il nuovo sistema operativo Apple parla in siciliano (e non solo). OS X Yosemite arriverà ufficialmente in autunno, ma la sua versione beta, rilasciata a fine luglio, ha già fatto parlare di sé. Tra le sue particolarità, infatti, c'è anche il supporto di serie a siciliano e napoletano; accanto alle decine e decine di lingue tra cui si può scegliere, ci saranno quindi anche due nuove arrivate. L'Unesco, di fatto, ha riconosciuto a siciliano e napoletano lo status di "lingua madre" ed il siciliano rientra tra le lingue europee non a rischio di estinzione.

Accedendo alle Preferenze di Sistema e scegliendo "Lingua e Zona" si potranno quindi impostare come lingua di default per i menu e nelle finestre di dialogo anche Sicilianu e Napulitano. Questo non significa, tuttavia, che anche ogni applicazione parlerà in queste due lingue: se un'applicazione supporta quella che è stata impostata come lingua principale, allora questa verrà utilizzata, ma in caso contrario ne verrà utilizzata un'altra, nell'ordine di preferenze indicato dall'utente.