A Giampilieri si grida al miracolo, ma la Curia rimane cauta e non si pronuncia: in un'abitazione di Giampilieri Marina, piccola frazione di Messina, una statua della Madonna avrebbe prodotto dagli occhi un liquido rossastro simile a sangue. La stessa casa era già stata al centro di numerose cronache 25 anni fa, quando si verificarono episodi simili.

Già nel 1989, infatti, nell'abitazione della signora Pina Micali, da un'immagine di Gesù cominciarono a fuoriuscire lacrime, che in seguito diventarono sangue. Dal Crocifisso, dal naso e dalla bocca fuoriuscirono in seguito alcune spine ed alle pareti di una stanza iniziarono a comparire croci di sangue.

Le indagini eseguite allora rivelarono che si trattava di lacrime e sangue umani. In seguito agli episodi, numerosi fedeli si sono recati a casa della donna. In passato, le lacrimazioni sono anche state accompagnate da presunte apparizioni della vergine Maria alla signora Micali. Come avvenuto per altri episodi analoghi, non esiste ancora una versione ufficiale della Curia, che potrebbe arrivare dopo ulteriori approfondimenti.