01Birra Messina è uno dei marchi storici della birra artigianale di Sicilia. Dal 1988, il marchio è parte del gruppo Heineken Italia S.p.A.

Fu fondata nel 1923, a Messina, dalla famiglia Lo Presti-Faranda, sotto il nome iniziale di Birra Trinacria. La sua produzione subì immediatamente un significativo incremento, arrivando ad estendere le proprie vendite a tutto il mercato meridionale di Sicilia e Calabria. Negli anni Settanta però, iniziarono le prime difficoltà, dovute anche in seguito alla diffusione di numerosi marchi concorrenti, nazionali ed esteri.
Nel 1988, lo stabilimento messinese fu acquisito dalla Dreher, uno degli storici marchi del gruppo Heineken Italia S.p.A.

La produzione della birra venne gradatamente spostata dagli impianti siciliani ad altri del gruppo, ma il prodotto continuò a mantenere etichetta e diciture storiche. Nel 1999, lo stabilimento messinese venne destinato al semplice impianto di imbottigliamento per il mercato siciliano; la produzione venne trasferita in Puglia, a Massafra. Nel 2007, la Heineken annuncia la definitiva chiusura dello stabilimento messinese di Birra Messina.

Nel mese di febbraio 2008, l’ex birrificio fu acquisito dalla società Triscele s.r.l., di appartenenza della famiglia Faranda. Non potendo più produrre sotto il nome di ‘Birra Messina’, in quanto brand di proprietà dell’olandese Heineken, vennero immesse nel mercato siciliano due nuove etichette, rifacentisi alla storica fondazione del 1923: la ‘Patruni e sutta’ e la ‘Birra del sole’. Nel 2011, la Triscele s.r.l. annunciava la chiusura degli stabilimenti e il licenziamento di 42 lavoratori. In seguito, vennero messi in opera diversi tentativi per riavviarne la produzione, tra cui una, ad opera della cooperativa "Birrificio Messina", composta da ex-dipendenti Triscele, annunciata per l'autunno del 2014.

La produzione della birra si pensa risalga già agli Antichi Egizi, ma vi sono testimonianze che si rifanno anche alla zona della Mesopotamia: la traccia più antica apparterrebbe infatti a una tavoletta sumera risalente a 6.000 anni fa, che ritrae persone intente a bere una bevanda, da un recipiente comune. Le prime notizie storiche della birra, arrivano a noi dai Greci, e in particolare da Platone; la sua diffusione però, fu capillare soprattutto nel Medioevo. La nota bevanda dalle proprietà anti-diabetiche, è nuova dell’Isola, che ha sempre fondato la sua tradizione agricola, commerciale e culturale su quella vitivinicola di origine fenicia. Molti infatti, i birrifici e micro-birrifici artigianali sparsi oggi sul territorio: tra cui menzionare Pinta Siciliana S.a.s., azienda, della provincia di Messina, produttrice e distributrice della birra Irias. Pinta Siciliana ha lanciato qualche mese fa Indica, la prima birra di Sicilia al fico d’India, frutto rinfrescante dalle proprietà diuretiche, che nasce spontaneo sulle coste della Sicilia.

Autore | Enrica Bartalotta

Foto di Giovanni Occhino

01