Una nuova preoccupante truffa ai danni degli anziani si sta diffondendo in Sicilia. A prendersi gioco di loro, adesso, sono anche alcuni falsi avvocati, che cercano di comporre bonariamente presunte vertenze fra una controparte e quello che – nel raggiro – viene indicato come il figlio della vittima. In realtà, si tratta di un falso incidente. Una signora di 83 anni è stata truffata a Catania e ha sborsato 5 mila euro. Il fatto risale a qualche settimana fa, quando è stata contattata da un finto avvocato: la vittima, purtroppo, era sola in casa e quando il "legale" le ha detto che per togliere dai guai suo figlio, rimasto coinvolto in un incidente stradale, avrebbe dovuto consegnare una cifra in denaro, lei ha acconsentito. 

A quale punto, dopo appena qualche minuto, un altro soffetto ha bussato alla sua porta (o forse anche lo stesso che ha effettuato la telefonata) il quale, provvedeva a riscuotere la somma pattuita: 5 mila euro. In quel caso non si era verificato alcun incidente. La donna truffata aveva in casa una cifra di denaro costpicua, perché aveva in programma di sottoporsi ad alcune cure e terapie mediche. Quando si è resa conto di essere stata raggirata, non ha potuto fare altro che sporgere denuncia. Carabinieri e polizia invitano i cittadini a diffidare dalle telefonate fatte da persone, che sembrano affidabili, che raccontano varie vicende terminanti con una richiesta di soldi. Meglio, comunque, effettuare alcune verifiche prima.