01l consigli di momondo per una giornata di natura e benessere

Inverno, è tempo di prendersi cura di sé.

Con il freddo della stagione, aumenta il desiderio di lasciarsi coccolare. L’Italia offre molte possibilità, con centri termali diffusi in tutto il paese. Ma forse non tutti sanno che, oltre alle soluzioni più note, esistono molte altre possibilità. Come le terme libere, sempre più frequentate, anche in questo periodo.

Ecco che, grazie alle fonti di acqua calda, sarà possibile godere di un piacevole bagno rigenerante anche a basse temperature, spendendo nulla o poco più. A questi luoghi, da proteggere e preservare, il sito internazionale di ricerca viaggi e voli low cost momondo.it ha dedicato una guida, con l’obiettivo di dar loro visibilità.

 

Un elenco delle 14 migliori terme libere del paese, che percorre tutta la penisola, da nord a sud. Tra quelle segnalate, due sono in Sicilia.

 

Sicilia, terra dalle mille risorse

 

Tra le più rinomate della regione Sicilia, le Terme Segestane, in provincia di Trapani. Situate a Castellammare del Golfo, in località Ponte Bagni, sono considerate tra le migliori del paese.

02

Situate a poca distanza dallo splendido tempio dorico di Segesta, sono note per il nucleo termale modernamente attrezzato, accanto al quale è possibile fruire anche delle terme libere, dette Polle del Crimiso. Ecco che, senza spendere nulla, sarà possibile fare un bagno caldo in una delle tante polle di acqua calda presenti sul territorio.

 

A largo di Messina, Vulcano regala ai visitatori una vera e propria area termale a cielo aperto, con fanghi, acque calde e fumarole. Il tutto circondato da uno scenario naturalistico di rara bellezza. La ricchezza idrotermale del territorio rende l’isola un luogo ideale per chi desidera conciliare mare e benessere, prevalentemente durante la stagione estiva.

 

Un percorso all’insegna del relax

 

Ma non finisce qui. La guida attraversa l’intero territorio nazionale passando, tra le altre regioni, in Toscana, patria delle famose Terme di Saturnia. Qui sarà possibile immergersi nelle caratteristiche Cascate del Mulino, una serie di piscine naturali scavate nella roccia. E poi ancora, i Bagni di San Filippo, e le Terme di Petriolo

 

Il Lazio è presente con le numerose aree libere presenti nell’ampio bacino termale e idrominerale delle Terme di Viterbo. Tre le località citate le Masse di San Sisto e leTerme del Bagnaccio, entrambe affidate alla cura di associazioni locali, oltre alleTerme del Bullicame e alle Piscine Carletti.

 

Più a sud, ecco Ischia, con la Baia di Sorgeto e la Spiaggia delle Fumarole. In entrambi i casi, siamo di fronte a veri e propri paradisi naturali, che si affiancano alle numerose aree attrezzate ben note al turismo internazionale. Una risorsa alla portata di tutti, a cui momondo ha voluto dar luce con questa sua particolare guida.

 

Vulcano – Foto di Sandro Mastrucci 

Terme segestane – Foto di Lidia Vaccaro