La prima località a essere presa in considerazione è Vulcano. La presentazione è a dir poco ottimale. Nel dettaglio si legge:

Pozze con acqua termale, bagni solfurei in mare, fossa per fanghi e inalazioni: tutto questo a un prezzo intorno ai 5 euro per le terme di Vulcano. È abbastanza basso per inserirle in questa lista visti i benefici che offrono e l’atmosfera con cui si presentano. L’area non è aperta d’inverno, per questo è il caso di informarsi prima di partire. Solitamente è accessibile da aprile fino ad autunno inoltrato.

Anche qui l’odore particolarmente sgradevole è il prezzo da pagare per i benefici dell’acqua e dei fanghi. Sconsigliato spalmare i fanghi in faccia, così come indossare costumi a cui tenete tanto, perché il tipo di acqua tende a rovinarli. Assolutamente niente gioielli. E a questo punto, immergetevi senza starci dentro troppo a lungo e poi fate un tuffo in mare! Fra l’altro, potreste trovare l’acqua calda anche in mare, sia per la vicinanza alla sorgente termale sia perché…siete in Sicilia e fa caldo!

Il focus poi si sposta in altri lidi, pur sempre siciliani (s’intende!):

A poca distanza dallo stabilimento delle Segestane si trovano le Terme di Crimiso. Che sono gratis! Acqua di origine vulcanica a 47 gradi, contesto naturale che fa percepire la natura incontaminata intorno a voi, e…che altro vi serve?!

Queste terme gratis in Italia sono una delle tante risorse del paese a disposizione di tutti, nonché una fonte di benessere da sfruttare. Se passate le vacanze in Sicilia o se siete di Castellammare, approfittate della vicinanza a queste terme per fare un salto e un bagno caldo.