Terremoto a Borgetto: dieci consiglieri su quindici hanno presentato le loro dimissioni. Ce l'hanno contro il sindaco per le sue scelte "poco trasparenti" in materia di appalti e rifiuti. Ma sulla decisione pesa anche la vicenda di Pino Maniaci. Decade così il consiglio comunale. La Regione dovrà adesso nominare un commissario. Sindaco e giunta restano in carica.

A fare un passo indietro sono stati gli esponenti delle formazioni Voce Cittadina e Comitati Civici. In particolare, si fa riferimento all'assegnazione "di un appalto del servizio riscossione tributi, su quello per la pubblica illuminazione e sulla convenzione della cosiddetta Casa dell’acqua e anche sulla vicenda del presunto ricatto del signor Maniaci".