Ancora un terremoto in Sicilia. Una scossa di magnitudo 2.1 è stata registrata dai sismografi dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia al largo della costa agrigentina. Stavolta, dunque, a essere interessata non è stata l’area alle pendici dell’Etna, sconvolta di recente da numerosi episodi.

Il sisma odierno si è verificato all’1,31 a una latitudine di 37.23, una longitudine 13.32 e a una profondità di 27 chilometri. I paesi in cui potrebbe essere stato avvertito il terremoto sono Siculiana e Realmonte, che si trovano a 15 chilometri di distanza dall’ipocentro.

Per quanto riguarda l’area del Catanese, l’ultimo episodio più significativo è stato registrato nella zona di Adrano, alle ore 5,11 del 21 gennaio, a una latitudine di 37,69, una longitudine di 14.8 e una profondità di 7 chilometri. Ancora prima erano state registrate altre due scosse nella stessa zona, con magnitudo 2.0 e 2.3.