CASE VECCHIE, REGALEALI – Dall’olio d’oliva, al pomodoro siccagno, dal grano alle erbe spontanee, passando per la produzione dei formaggi siciliani fino ai laboratori di ceramica o di maglia. Il progetto The Heart of Sicily è nato per volontà di un gruppo di sei amici – host, guide e agricoltori – che vivono e lavorano nell’area delle Madonie: una breve dorsale montuosa a un’ora da Palermo, con cime di duemila metri che guardano il mare a Cefalù. Riconosciute come Parco Regionale dal 1989, le Madonie sono UNESCO Geopark dal 2015. L’obiettivo del progetto è sostenere i piccoli centri di interesse storico-artistico nel cuore della Sicilia, le loro comunità locali e i protagonisti dei saperi tradizionali, favorendo un turismo lento e sostenibile, fuori dai circuiti più inflazionati dell’Isola.

Sul sito web theheartofsicily.it si può venire a contatto con le storie dei sei host e dei venti partner riuniti dal network, e scegliere gli itinerari a cui partecipare. Le attività previste durante la permanenza coinvolgono agricoltori, pastori, mugnai, escursionisti, cuochi per conoscere e vivere la loro quotidianità, venendo a contatto da veri insider con il patrimonio gastronomico, artistico, culturale e naturale dei piccoli borghi delle Madonie.

I dodici itinerari di viaggio sono concepiti dagli host e si snodano, dalla primavera all’autunno, in borghi suggestivi e autentici, espressione di una Sicilia diversa: Petralia Soprana, Petralia Sottana, Polizzi Generosa, Alia, Caltavuturo, Sclafani Bagni, Geraci Siculo, Gangi, Castellana Sicula, Valledolmo, Isnello e Scillato. Gli itinerari, prenotabili direttamente dal sito theheartofsicily.it, vanno da un weekend di due notti fino a un’intera settimana, comprendono il pernottamento in luoghi unici ed esperienze con i partner del network.

«The Heart of Sicily è un nome non casuale – sostiene la capofila del progetto Fabrizia Lanza, direttrice della scuola di cucina Anna Tasca Lanza. Siamo nel cuore della Sicilia, un concentrato di storia e biodiversità, la zona più interna e lontana dalle coste, e quindi meno popolata e conosciuta. Vogliamo contagiare i visitatori con il nostro amore per questo lato nascosto dell’Isola, renderli parte del luogo, abitanti delle Madonie per più giorni».

The Heart of Sicily è un’iniziativa resa possibile dal sostegno del Gal Madonie e premiata dalla Rete Rurale del MIPAAF come “eccellenza italiana di turismo rurale sostenibile, accessibile e innovativo”. Grazie a questo riconoscimento, a febbraio 2022 il progetto ha rappresentato il Meridione d’Italia al forum Forum “PEOPLE-PLANET-PROSPERITY” di Expo Dubai 2020.

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia

    Articoli correlati