PARTINICO – Sembrano esserci questioni di vicinato dietro quanto accaduto a Partinico ad una donna di 34 anni. Rientrata nella sua abitazione, ha trovato ad attenderla un uomo che si era introdotto furtivamente. Un aggressione programmata, perché insieme a lui c'era anche un complice, rimasto fuori a fare da palo.

La donna è stata picchiata e presa a calci a pugni. "Ti devo sterminare, a te e a tutta la famiglia": queste le parole dell'aggressore, che aveva anche danneggiato suppellettili di veranda e cucina. Per la 34enne, che è stata raggiunta successivamente dal marito, è stato necessario il ricovero in ospedale, dove le sono riscontrati traumi al volto ed al corpo.

I due coniugi hanno constatato che diverse stanze della loro abitazione erano state messe a soqquadro che dalla camera dal letto erano stati sottratti 600 euro e alcuni oggetti in oro. I due hanno denunciato l'episodio alla polizia, indicando anche i presunti aggressori: sono in corso le indagini, per accertare le responsabilità e fare luce sulla vicenda.