"Mi sposo e poi sarò libero di scegliere come morire". A 84 anni Tinto Brass ha deciso di compiere il grande passo insieme alla compagna Caterina Varzi. I due convoleranno a nozze il prossimo 3 agosto, come ha raccontato lo stesso regista al "Corriere della Sera": "Poi deciderò come morire prima di perdere la dignità. Sarà la felice conclusione della mia esistenza: quando io non sarò più in grado di badare a me stesso, Caterina sceglierà per me la cosa giusta. Le consegno la chiave della mia vita, sicuro che la girerà al momento giusto".

La sua compagna, 56 anni, era ricercatrice universitaria e avvocato, prima di incontrare Brass e diventare prima la protagonista del cortrometraggio "Hotel Coubert" e poi e l'assistente del regista che ha fatto la storia del cinema erotico in Italia. "Mi ha riportato alla vita e alla memoria quando ero finito e pensavo di buttarmi dalla finestra dell'ospedale", racconta ora Brass, pronto ad affidarle il compito di scegliere per lui anche l'eutanasia se fosse necessario: "Abbiamo un patto molto forte che vogliamo suggellare con il matrimonio. Se mi venissi a trovare in una condizione grave e irreversibile è giusto staccare la spina. E lei potrà decidere il nostro ultimo viaggio insieme. In Svizzera, perché no?".