C’è anche un bagherese dietro il trionfo di domenica scorsa a Valencia nel MotoGP del pilota italiano Francesco Bagnaia, detto Pecco, fresco vincitore del titolo mondiale di categoria. Quel bagherese è Tommaso Pagano, ingegnere elettronico di pista.

Tommaso Pagano nel team del Campione del Mondo

Una vittoria ancora più importante, perché dopo 50 anni vince il titolo un pilota italiano su moto italiana, la Ducati della casa bolognese. A contribuire a questo trionfo, è anche l’esperienza siciliana di Tommaso Pagano.

Pagano è un ingegnere elettronico, laureatosi a Palermo. Dopo un’esperienza di 2 anni circa a Roma, in Renault, poi è entrato in Ducati. Ha iniziato nel team Ducati corse sviluppo, quindi dopo un paio d’anni è diventato ingegnere di pista, con il ruolo di telemetrista, con il pilota Sete Gibernau.

L’anno seguente è passato con il pilota Hector Barbera, per due anni, sempre nel team Ducati satellite. Sono seguiti 4 anni con Andrea Iannone, di cui 2 nel team Ducati satellite Pramac e 2 nel team Ducati ufficiale.

Ancora, Tommaso Pagano è stato per altri 2 anni con Jorge Lorenzo, cinque volte campione del mondo con altri team, nel team ufficiale Ducati. Adesso, con Pecco Bagnaia, prima 2 anni nel team Ducati Pramac e poi, dall’anno scorso, nel team ufficiale Ducati Lenovo.

Pagano, il cui ruolo è sempre stato quello di ingegnere elettronico telemetrista, ha ricevuto le congratulazioni da parte di tutta l’amministrazione comunale di Bagheria e, in particolare, dal sindaco, Filippo Maria Tripoli: attraverso la sua bravura e la sua professionalità, ha fatto conoscere il nome della cittadina siciliana anche nel mondo del MotoGP.

Chi è Francesco “Pecco” Bagnaia

Francesco Bagnaia, detto Pecco, è il nuovo Campione del mondo della MotoGP dopo l’ultima gara a Valencia. Il pilota della Ducati, a giugno, aveva un ritardo di 91 punti dal suo rivale Quartararo. Piemontese, classe 1997, è cresciuto nella VR46 Academy di Valentino Rossi a Tavullia.

Bagnaia esordisce in Moto3 nel 2013 a soli 16 anni e vince la sua prima gara 3 anni dopo ad Assen, in Olanda. Nel 2018 quando conquista il titolo di campione del Mondo nella Moto 2, poi passa alla MotoGP. Il trionfo iridato nella classe regina arriva a 13 anni dall’ultima vittoria di un italiano Valentino Rossi. Il binomio mondiale pilota italiano su moto italiana mancava da 50 anni esatti, dal trionfo di Giacomo Agostini su Mv Augusta.

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia