Tornano le visite a Palazzo Valguarnera-Gangi, in piazza Croce dei Vespri, a Palermo. Sono tre le opportunità per ammirare dal vivo uno dei palazzi più belli del capoluogo, diventato celebre per il film “Il Gattopardo” di Luchino Visconti. Tutti i dettagli.

Come visitare Palazzo Valguarnera Gangi

Sarà possibile rivivere i fasti del passato con le nuove visite con gli Amici dei Musei Siciliani. Nei mesi scorsi, grazie al Festival Restart, i saloni erano stati già riaperti, con un enorme successo di pubblico.

Un’opportunità unica per ammirare probabilmente il più bel palazzo di Palermo, certamente il più celebrato, con i suoi fastosi saloni, teatro delle indimenticabili scene del ballo del Gattopardo di Luchino Visconti che videro Alain Delon, Claudia Cardinale e Burt Lancaster aristocratici protagonisti.

Tra i più imponenti gioielli del tardo-barocco palermitano, fu il principe Pietro Valguarnera, importante esponente dell’aristocrazia siciliana, a commissionare nella seconda metà del tredicesimo secolo l’ampliamento e la riconfigurazione dell’edificio.

Seguirono importanti interventi, a firma di Interguglielmi, Serenario, Fumagalli, Velasco e Marabitti, insieme a quanto realizzato da pittori ornatisti, marmorari, intagliatori, indoratori, stuccatori e mobilieri al seguito.

L’ingresso del palazzo risalta per il grande portale con due colonne in pietra grigia e con la riproduzione dello stemma della famiglia Mantegna, principi di Gangi. Entrando, si può lo scalone d’ingresso a più rampe, che porta ad un grande vestibolo ricco di raffinatissime decorazioni policrome.

Lascia senza fiato la spettacolare serie di saloni: dopo i primi due (Rosso e Celeste) si giunge allo splendido Salone da Ballo, reso immortale dalla celebre sequenza del ballo ne “Il Gattopardo”, pellicola di Luchino Visconti (1963). Le visite si terranno nelle giornate del 25, 22 aprile e 20 maggio 2022, sempre alle ore 18,30. I biglietti si prenotano online.

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia

    Articoli correlati