La Torre di San Nicolò Palermo sorge a pochi passi dallo storico mercato di Ballarò. Ci troviamo nel cuore del centro storico del capoluogo, in un contesto vitale e ricco di storie da raccontare. Dalla costruzione medievale si può godere di una delle viste più belle della città. Secondo alcuni si tratta proprio della più bella.

La storia della Torre di San Nicolò

Si trova attaccata alla chiesa di San Nicolò e si distingue immediatamente. È una longilinea costruzione quadrangolare, con i conci ben squadrati: è la trecentesca torre civica che faceva parte del sistema di trasmissioni. La Torre di San Nicolò Palermo fu fatta edificare dalla universitas palermitana per difendere le mura del “Cassaro” e non faceva parte delle strutture della chiesa. Era slegata e isolata. Si tratta, forse, della torre più alta della città.

Quando ha perso il significato di difesa, a causa dell’ampliamento urbanistico della città, si è scelto di ingentilirla. Fu così che si applicarono al secondo livello delle bifore con l’applicazione d’intarsi.

La costruzione della Torre di San Nicolò Palermo si fa risalire alla stessa epoca della fondazione della chiesa: XIII secolo. Poco prima del 1518, sacrificando una bifora dell’ultimo piano, di cui si era già arricchita, vi fu apposto un orologio, uno dei tre della città (insieme a quelli di Sant’Antonino Abate e di Santa Lucia al Borgo).

Gli orologi battevano la “castiddana”, per annunciare agli artigiani di chiudere bottega e alla popolazione di non girare per le strade senza un permesso di un magistris civico. A quell’ora, infatti, venivano chiuse le porte della città. L’orologio, oggi, non è più visibile, perché è stato tolto durante i lavori di restauro del XX secolo.

Torre di San Nicolò all'Albergheria - Foto Luisa Cassarà

Torre di San Nicolò all’Albergheria – Foto Luisa Cassarà

A rendere speciale la Torre di San Nicolò Palermo è sicuramente la vista che si gode dalla sua terrazza. Da qui si ammirano tantissimi monumenti del centro storico, dalla Cupola della Chiesa del Carmine Maggiore al Teatro Massimo, dal Palazzo Reale alla Cattedrale.

Le visite della Torre, che si trova in via Nunzio Nasi 18, sono gestite dalla cooperativa Terradamare. Gli orari di apertura sono lunedì e giovedì, dalle 15 alle 18, e martedì e sabato dalle 10.30 alle 14.30. Il costo del biglietto è di 2,50 euro (ridotto 1,50 euro). Le visite serali in occasione di eventi hanno un costo di 4 euro.

Per verificare gli orari e per tutte le informazioni, vi consigliamo di contattare Terradamare, cliccando qui.

Foto: Luisa Cassarà