Uccide il figlio appena nato e lo seppellisce nel giardino di casa. L'agghiacciante storia arriva dagli Stati Uniti e risale allo scorso maggio, ma i resti del bimbo sono stati scoperti in questi giorni. La mamma, la 18enne Brooke Skylar Richardson, aveva nascosto la gravidanza: descritta da tutti come una giovane tranquilla, non aveva lasciato intendere nulla.

«Amava i bambini e aiutava quelli affetti da disabilità, non avrebbe mai potuto fare una cosa del genere», ha spiegato il suo avvocato. Si attendono gli esami del caso per fare maggiore chiarezza. Se la ragazza dovesse essere considerata colpevole, rischia fino a 5 anni di carcere.