Tanti artisti arriveranno a Palermo per Unlocked Music Festival.  Un’icona degli anni Novanta che non è mai passata di moda, la band simbolo della musica dance, un fuoriclasse della trap italiana, il fenomeno mondiale che fa impazzire la Millenial Generation.

Gigi D’Agostino, Eiffel 65, Capo Plaza e Fisher sono solo alcuni dei nomi internazionali che saliranno sul palco del Velodromo Paolo Borsellino nelle giornate dell’8 e 9 giugno. L’impianto sportivo di via Lanza di Scalea, chiuso da sei anni, riaprirà grazie all’impegno del Comune di Palermo proprio in occasione del festival internazionale giunto all’ottava edizione. Testimonial del progetto è Valeria Grasso, la testimone di giustizia che con le sue denunce ha detto “no” alla mafia.

Musica e legalità saranno il filo conduttore della due giorni che porterà a Palermo dj e artisti di fama mondiale. Dopo la tragica scomparsa di Sebastiano Tusa, che da qualificato professionista prima e da assessore ai Beni Culturali della Regione Siciliana poi ha sempre creduto nel valore della rete, a Selinunte Unlocked Music Festival porterà sul palco un messaggio capace di abbracciare intere generazioni: fare rete grazie alla musica, fare rete nel segno della legalità.
La scelta dei luoghi non è casuale.

Sensibilizzare i giovani alla legalità, al problema dell’abuso e delle dipendenze – questo il tema scelto quest’anno -, non può non partire da una conoscenza del contesto storico culturale in cui questi vivono. La prima tappa siciliana, infatti, sarà ospitata all’interno del secondo stadio della città di Palermo, il “Velodromo Paolo Borsellino”, dedicato alla memoria del giudice simbolo della lotta alla mafia.

È stata proprio Valeria Grasso, con le sue denunce, a mandare in galera la famiglia Madonia, ritenuta mandante della strage di via d’Amelio. La seconda tappa, invece, il prossimo 17 agosto sarà ospitata a Selinunte, nel parco archeologico più grande d’Europa nel comune di Castelvetrano, regno del boss latitante Matteo Messina Denaro.
Si inizia l’8 giugno con Gigi D’Agostino, noto come Gigi Dag, il dj e produttore italiano con una carriera pluri decennale alle spalle, dischi di platino e stile eccentrico, tra i più apprezzati dal grande pubblico internazionale. Si prosegue con Capo Plaza, uno dei nomi più in vista della scena trap italiana, già disco di platino ad appena 20 anni, e gli Eiffel 65, uno dei gruppi musicali eurodance più celebri al mondo arrivati al successo grazie al brano “Blue da ba dee”.

A presentare il progetto Musica & Legalità sul palco saranno Vincenzo Grasso, Luca Norato e Fabrizio Lo Cascio, amministratori di Unlocked insieme a Valeria Grasso, oggi delegata del sottosegretario al Ministero della Salute Armando Bartolazzi per i rapporti istituzionali. A esibirsi anche i migliori artisti del panorama musicale siciliano.
Si prosegue il 9 giugno con Fisher, uno degli ambassador della musica techno più interessanti sul panorama mondiale, con una nomination come miglior disco dance ai Grammy Awards e agli Aria Music Award.

Sul palco anche Nicole Moudaber, ribattezzata come “The queen of dark house”, prima dj ad aver portato la cultura clubbing a Beirut; Dubfire, uno dei più celebri dj techno e produttore iraniano quattro volte vincitore del Grammy Award; e Wade, maestro della musica elettronica entrato nel Beatport Tech-House top100 per ben 24 volte. Presenti anche Carlo Lio, dj tech-house dallo stile groove, Othelloman, il rapper alter ego di Salvatore Petrotta, Daniele Travali, dj emergente che ha già suonato al fianco di artisti internazionali come Erick Morillo e Jeff Mills e infine Cristian Viviano, che si è esibito in giro per il mondo, persino al Blue Marlin di Ibiza.

Ad aprire la serata inaugurale sarà il video-racconto prodotto dall’agenzia Just Maria “Unlocked Festival Gangs”. Nelle ore che seguono l’inizio del festival, alcune gang sfilano in giro per la Sicilia incontrando le altre: l’obiettivo è dimostrare di essere i più cool.

I passi in slow motion sono una citazione ai film di genere americani, il rimando alle “gang”, come alle associazioni mafiose, è un messaggio ai giovani che si traduce in una rinascita, diventando emblema di valori positivi. C’è il gruppo dark appassionato di techno berlinese che cammina in un tunnel sotterraneo. Ci sono i “fighetti” super glamour a bordo di una decapottabile. Ci sono gli sporty, con la fissa per l’abbigliamento sportivo che camminano intorno ai campetti di basket urban del loro quartiere. E ci sono i Millenial hip hop, con abbigliamento oversize, che vanno in giro tra i tetti della città.

Il biglietto giornaliero ha un costo di 25 euro ed è in vendita su TicketOne, Tickettando o chiamando al numero 339.6158017. La prima release di biglietti a 20 euro è già andata sold out. I neo 18enni potranno acquistare il loro ticket usufruendo del bonus cultura 18 app.