Un uomo di 40 anni è stato trafitto al collo da un dardo mentre stava pulendo la propria balestra. Dopo il tragico episodio, l'uomo è stato salvato all'ospedale Molinette della Città della Salute di Torino da un intervento senza precedenti. Per sfilarlo dal collo, i medici hanno dapprima svitato la punta del dardo, che aveva perforato l'arteria tiroidea occludendola con effetto tappo. A quel punto l'uomo è stato intubato e gli è stata suturata l'arteria rotta.

L'operazione è tecnicamente riuscita e tra qualche giorno il paziente verrà dimesso. A salvarlo la prontezza dei medici delle Molinette, che hanno effettuato una operazione ad alto rischio, ma anche un pizzico di fortuna. Il dardo che ha trapassato il collo dell'uomo, arrivato in ospedale con le proprie gambe, ha risparmiato la trachea, l'esofago, la laringe e le corde vocali, passando a un solo millimetro dalla carotide. Oltre all'arteria tiroidea, la freccia gli ha fratturato la sesta vertebra cervicale, ma senza lesionare il midollo spinale.