Sono in totale 16 gli immobili che l’Agenzia del Demanio affida in concessione o locazione, nell’ambito dell’ultima tranche 2022 (appena partita) del progetto Valore Paese Italia. Fanno parte dell’elenco anche 3 beni che si trovano in Sicilia: scopriamo tutti i dettagli.

Progetto Valore Paese Italia, cosa è

I privati, attraverso questa iniziativa, hanno la possibilità di accedere ai beni dello Stato, attraverso un accordo di locazione (o concessione, nel caso si tratti di un bene di interesse culturale), per un arco temporale non superiore ai 50 anni.

Si tratta dell’ultima tranche del 2022, che affida alcuni immobili dello Stato non più utilizzati, di modo che vengano valorizzati e avviati a nuovi usi economici, legati ad attività sociali, culturali, di tutela ambientale, turismo lento e mobilità dolce. I soggetti privati, in cambio, si fanno carico del recupero, del riuso e della buona gestione.

Per partecipare alle nuove gare c’è tempo fino al 15 maggio 2023, termine entro cui si può presentare l’offerta. La guida completa per presentare la nuova offerta è disponibile e scaricabile online.

Come abbiamo anticipato, in Sicilia il progetto Valore Paese Italia riguarda 3 beni: sono l’Ex Istituto di Geofisica Mineraria (Palazzo Ventimiglia) di Palermo, la Real Casa dei Matti di Palermo e l’Ex Carcere di San Vito di Agrigento. Di seguito tutti i dettagli.

I beni in Sicilia

Ex Istituto di Geofisica Mineraria (Palazzo Ventimiglia) Palermo – L’immobile è ubicato lungo Corso Calatafimi, uno dei più importanti assi viari della città di Palermo, che collega la Rocca di Monreale alla centralissima Piazza Indipendenza, ove sono siti Palazzo Reale, Parco D’Orleans e a pochi passi la cittadella universitaria del capoluogo siciliano.

Real Casa dei Matti Palermo – L’immobile (ex manicomio e carcere militare) si trova nelle immediate vicinanze del centro storico di Palermo, vicino al Palazzo dei Normanni, alla cittadella Universitaria e al Parco D’Orleans. Ubicato su Corso Pisani e si sviluppa tra piazza Indipendenza e piazza Generale Turba.

Ex Carcere di San Vito Agrigento – L’immobile è situato sul versante Ovest della rupe Atenea. È localizzato nel cuore della città, poco distante dal centro storico, dalla stazione ferroviaria, dalla stazione degli autobus e a pochi km dal Porto di Porto Empedocle e dal Porto Turistico di San Leone, zona balneare della Città di Agrigento. La costruzione del corpo centrale ebbe inizio nel 1432; nel 1578 il convento fu affidato da Papa Gregorio XIII ai riformati che ivi furono ospitati per quattro secoli. Dopo il 1861 e in seguito alle riforme emanate dopo l’Unità d’Italia l’immobile venne acquisito dallo Stato e dal 1862 venne trasformato in carcere.

L’elenco completo

Abruzzo: ex Caserma De Amicis a Sulmona (AQ)
Basilicata: ex Casa cantoniera a Irsina (MT) e l’ex Casello ferroviario a Montescaglioso (MT)
Lazio: ex Casa cantoniera ‘Il Colle’ a Terracina (LT)
Lombardia: ex Poligono di tiro a segno a Piazza Brembana (BG) e una porzione di un ex deposito militare a Pizzighettone (CR)
Piemonte: ex Panificio militare a Casale Monferrato (AL) e l’ex Casa del Fascio a Vinzaglio (NO)
Sardegna: Faro di Capo Comino a Siniscola (NU)
Sicilia: ex Istituto di geofisica mineraria e la Real Casa dei Matti a Palermo e l’ex Convento di San Vito ad Agrigento
Toscana: Torre di Calafuria a Livorno e Villa Carducci Pandolfini a Firenze

I beni in concessione/locazione in Uso Gratuito:

Calabria: ex case popolari a Limbadi (VV)
Umbria: ex Teatro sociale di Amelia (TR)

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia