Vicè Sicilian Taste, il gusto siciliano alla conquista del mondo. La prima tappa della cooperativa Burnia è Pisa. Gli ingredienti sono di prim'ordine: caponata, panelle, arancine, ravazzate, rizzuole, perfino sfincione e sfinci, ma anche cannoli. Un progetto di franchising legato alla rosticceria, gastronomia e pasticceria palermitana. Vicè Sicilian Taste è da qualche mese una realtà che funziona, a Pisa nella centralissima via Dei Mille.

"Così residenti e turisti assaggiano la nostra produzione fatta giornalmente e con materie prime di assoluta qualità, nel rispetto delle ricette della nostra tradizione, e in tanti apprezzano. I pisani non erano abituati a mangiare il 'nostro' cibo…", dice a PalermoToday Giancarlo Bonfiglio, l'inventore del brand. Curiosa l'idea di andare a Pisa. "Abbiamo pensato che non sarebbe stata una scelta brillante quella di aprire un'attività in Sicilia. Abbiamo scelto la città della Torre perché qua c'è un aeroporto internazionale, fulcro per molti turisti. Chi ad esempio va a Firenze passa prima da Pisa. A Pisa ci sono tantissimi studenti, c'è l'università, la zona è centrale ed è a traffico limitato".

Ma l'obiettivo di Vicè Sicilian Taste è quello di far conoscere le bontà palermitane in giro per l'Italia. Con un'idea nuova: la Vicè Card, con la quale è possibile avere sconti sui prodotti. Una scelta per fidelizzare i clienti. Un brand che mira in grande, nato da un'intuizione di un palermitano e una catanese, l'amministratice Anna Giustra. "Due anime siciliane unite per vincere questa scommessa. Come si suol dire: sapori e saperi. Abbiamo maturato varie esperienze e ora lavoriamo per espanderci. Ma camminiamo coi piedi per terra. In futuro contiamo di aprire da qualche altra parte. E far conoscere altrove le meraviglie gastronomiche di Palermo", dice ancora Bonfiglio.