Che la Sicilia sia terra di leggende e misteri, è risaputo. Tra queste, ce n’è anche una che riguarda Villa Muscianisi, edificio che si trova a Milazzo. Qui si recano in tanti, spinti dalla curiosità di capire cosa accada davvero. Secondo una leggenda, infatti, al suo interno abita un folletto. A quanto pare, alcuni anni fa, un gruppo di giovani è anche riuscito a immortalare la figura di un uomo molto basso. Anche le telecamere della trasmissione “Mistero” sono entrate dentro la villa.

Il folletto di Villa Mascianisi

Secondo la saggezza popolare, i folletti proteggono le abitazioni. In tempi antichi, le donne di casa lasciavano del cibo durante la notte, affinché i folletti potessero consumarlo. Spesso venivano visti come portatori di fortuna per la famiglia e gli abitanti della casa consideravano i folletti alla stregua di familiari.

Tradizione vuole che, soprattutto quando un nuovo nucleo familiare arriva in una casa, i folletti siano molto dispettosi. In quel caso, per entrare nelle loro grazie, bisogna catturarli e fargli cadere il cappello: da quel momento ci si garantisce un prezioso alleato.

LEGGI: 5 luoghi da visitare in Sicilia per chi è a caccia di fantasmi

Sulla facciata di Villa Muscianisi c’è una particolare scritta: “Qui lieto mi fiorisce il lare antico“. Il riferimento è al lare, divinità domestica che si pensava proteggesse la casa. A lui si facevano offerte in cambio della protezione per la casa e la famiglia che la abitava. Questa figura ha tanto in comune con quella di un folletto. Il culto dei lari è proprio dei tempi della dominazione romana.