Una donna di 46 anni è rimasta in balia del compagno violento per tre giorni a Caserta. L'uomo, un 25enne, l'ha rinchiusa in casa, l'ha sottoposta a continue violenze e l'ha marchiata con il fuoco: l'aguzzino adesso si trova in carcere e il Gip ha convalidato il fermo. 

La 46enne ha raccontato di essere riuscita a fuggire grazie all'aiuto dei figli: ha subito identificato nel compagno il responsabile delle violenze subite. Quando in caserma è arrivato il referto dei medici del Pronto Soccorso, sono partite le indagini.

Secondo quanto ricostruito, l'uomo l'ha costretta ad assumere stupefacenti, poi per tre giorni l'ha picchiata, violentata e umiliata. Al culmine delle violenze l'ha marchiata a fuoco con un forchettone, procurandole un'ustione di primo grado su un fianco.

La vittima ha descritto il 25enne come un violento senza scrupoli. A scatenare l'escalation di violenza sarebbe stato il netto rifiuto della vittima di fronte alle sue continue pretese. L'incubo della donna è iniziato nel mese di dicembre ed è andato avanti con una serie di soprusi.