L’Abete delle Madonie è la pianta simbolo della Sicilia. La scelta di questa pianta è arrivata alla fine di una vera e propria votazione promossa dalla società botanica italiana e coordinata da Lorenzo Peruzzi, docente all’Università di Pisa e direttore dell’Orto e Museo Botanico.

Oltre 500 botanici di tutta Italia hanno eletto le piante vincitrici. «L’idea è nata dalla voglia di sensibilizzare cittadini e le istituzioni sul tema della biodiversità vegetale – spiega Peruzzi – e così sono state elette venti piante, che per valenza storico-scientifica, peculiarità biogeografiche e bellezza, sono diventate il “simbolo” di ognuna delle venti regioni italiane».

Abete delle Madonie pianta simbolo della Sicilia

La pianta simbolo della Sicilia, insieme alle altre piante rappresentative delle altre regioni d’Italia, sono visibili sul Portale della Flora. A completare l’elenco delle elette ci sono: per l’Abruzzo l’Adonide curvata; per la Calabria la Soldanella calabrese; per l’Emilia-Romagna la Primula appenninica; per il Friuli Venezia Giulia Spillone palustre; per il Lazio Storace comune; per la Liguria la Campanula di Capo Noli; per la Lombardia Silene di Elisabetta; per le Marche Moehringia vescicolosa; per il Molise Acero di l’Obel; per la Puglia Gigaro pugliese; per la Sardegna il Ribes sardo; per il Trentino-Alto Adige Androsace di Hausmann; per l’Umbria Bivonea di Savi; per la Valle d’Aosta Astragalo maggiore; per il Veneto Sassifraga dei Berici.

L’Abete delle Madonie è una conifera che si considerava erroneamente già estinta alla fine del secolo scorso. Nel 1957, nel corso di un sopralluogo nell’area di Polizzi Generosa, un gruppo di botanici ne trovò alcuni esemplari, circa 20, racchiusi in un fazzoletto di terra. Questa pianta è presente in Sicilia almeno dal Terziario. ’Unione mondiale per la conservazione della natura lo considera una specie in pericolo critico di estinzione inserendola nella lista delle cinquanta specie botaniche più minacciate dell’area mediterranea.