Nella notte tra il 30 giugno e l’uno luglio Niccolò Bettarini, il figlio della conduttrice Simona Ventura e dell’ex calciatore Stefano Bettarini,  è rimasto coinvolto in una violenta rissa all’uscita dal locale Old Fashion di Milano, mentre si trovava insieme ad alcuni amici.

Il giovane diciottenne ha ricevuto nove coltellate sul corpo. Immediatamente è stato soccorso e trasferito d’urgenza al Niguarda, dove i medici dell’ospedale lo hanno operato. Per fortuna, dopo poche ore, i medici hanno sciolto la prognosi dichiarando che Niccolò non è  in percolo di vita. 

L’l’Adnkronos ha ricostruito la dinamica dei fatti. Stando a quanto è emerso, Niccolò sarebbe intervenuto per aiutare un amico coinvolto in una furiosa discussione. Un gesto coraggioso  che gli è però costato ferite , all’addome, al busto ad una mano.  Le telecamere della zona hanno immortalato la rissa:  "Niccolò che esce da solo dalla discoteca e si avvicina al luogo in cui c'è in corso una lite, protagonisti tre giovani, qualcuno dice con forte accento siciliano, che viene sedata dagli addetti alla sicurezza. Si vede bene dalle telecamere che lui guarda la scena, parliamo di spintoni e urla più che di una vera scazzottata, e si allontana" riporta l’Adnkronos.

Sia la mamma Simona che papà Stefano hanno voluto rassicurare tutti con un post sui social dove hanno specificato che il figlio Niccolò non è in pericolo di vita. 

 “Volevo rassicurare tutti: mio figlio Niccolò non è in pericolo di vita”, ha scritto super Simo su Twitter. Mentre  Stefano Bettarini  su Instagram ha condiviso un messaggio di sostegno rivolto al figlio: « Hai sempre avuto senso di protezione per tutti … soprattutto per i più deboli … Sempre orgoglioso di te !@mr_bettarini ORA CHI HA SBAGLIATO PAGHI!».