Nel 2004 Alba Parietti rischio di morire in un incidente stradale. "Sono uno dei soccorritori intervenuto nell’incidente che la vide protagonista sull’autostrada. Passati tanti anni e non essendoci più il segreto sull’intervento, volevo dirle che avrei piacere di incontrarla", le ha scritto in un messaggio uno degli uomini che la salvò la vita. Alba risponde raccontando gli avvenimenti: "Era la notte del 4 novembre 2004 autostrada milano Bologna . Finii sotto due tir che si erano scontrati. I soccorritori, come il signore che scrive , ci misero molte ore a estrarre i nostri corpi ( il mio in particolare ) incastrati sotto le lamiere, c’era gasolio sparso ovunque, io con perdita di coscienza per un politrauma cranico. Tagliarono le lamiere con enormi tenaglie non usarono fiamma ossidrica perche rischiavamo di saltare tutti per aria, restarono vicino a noi, nonostante il pericolo molte persone affettuose ci prestarono soccorso".
 

 

Che bello, ricevere questo messaggio. Era la notte del 4 novembre 2004 autostrada milano Bologna . Finii sotto due tir che si erano scontrati. I soccorritori, come Il signore che scrive , ci misero molte ore a estrarre i nostri corpi ( il mio in particolare ) incastrati sotto le lamiere, c’era gasolio sparso ovunque, io con perdita di coscienza per un politrauma cranico. Tagliarono le lamiere con enormi tenaglie non usarono fiamma ossidrica perche rischiavamo di saltare tutti per aria, restarono vicino a noi, nonostante il pericolo molte persone affettuose ci prestarono soccorso. Anche la mamma di Cristian Vieri che era in un auto incolonnata ferma , si mise accucciata sotto il tir è appena ripreso conoscenza mi parlarolo per ore, perché nonperdessi concenza . Ricordo le luci accecanti delle auto ferme in autostrada , l’odore di lamiere e sangue e le voci di persone che mi parlavano e mi rassicuravano. Ricordo che da lì ho capito che ero nata per la seconda volta e ogni giorno sarebbe stato una festa un regalo un dono immenso della vita. Grazie di questo messaggio , mi fa ricordare che devo essere grata alla vita e chi ho incontrato in essa. Tir esclusi..❤️

Un post condiviso da Alba Parietti Officialpage (@albaparietti) in data:


In quell’incidente, spiega Alba, rimase coinvolta anche la mamma di Christian Vieri: "Anche lei si mise accucciata sotto il tir e mi parlò per ore, perché non perdessi conoscenza. Ricordo le luci accecanti delle auto ferme in autostrada, l’odore di lamiere e sangue e le voci di persone che mi parlavano e mi rassicuravano. Ricordo che da lì ho capito che ero nata per la seconda volta e ogni giorno sarebbe stato una festa un regalo un dono immenso della vita. Grazie di questo messaggio , mi fa ricordare che devo essere grata alla vita e chi ho incontrato in essa". L’incidente in questione è avvenuto il 4 novembre 2004, sull’Autostrade del Sole, vicino a Modena. In auto con l’allora compagno Giuseppe Lanza di Scalea, la loro vettura finì sotto un camion. "Siamo vivi per miracolo", aveva detto all’epoca la Parietti.