Udite udite: anche gli uomini soffrono di sindrome premestruale e presentano gli stessi effetti che avviliscono le donne. Irritabilità alle stelle, una fame da leoni e umore altalenante: ne avete mai sentito parlare? La novità "transgender" è a una vera e propria "Irritable Male Syndrome": sbalzi ormonali a causa dei quali gli uomini diventerebbero nervosi e quasi irriconoscibili.

Un sondaggio inglese condotto su 2412 persone, infatti, ha rivelato che almeno il 26% degli uomini intervistati sarebbe convinto di soffrire dei sintomi del "ciclo maschile" ogni santo mese. Dall'altro lato c’è il 33% delle donne che non dà credito all’esistenza di questo tipo di sindrome, mentre il 43% aiuterebbe addirittura il proprio partner ad affrontare il periodaccio. Tra i sintomi di cui soffrono gli uomini ci sono l’irritabilità (per il 56%), la stanchezza (per il 51%), un aumento dell’appetito (per il 47%). Il 43%, poi, si sentirebbe persino più sensibile ed emotivo.

Il professor Peter Schlegel, presidente del dipartimento di Urologia alla "New York-Presbyterian and Weill Cornell Medicine", spiega che mentre le donne "hanno alcuni cambiamenti ormonali regolari con tutti i sintomi che ne derivano, gli uomini hanno dei cambiamenti ormonali straordinariamente simili. I livelli di testosterone nei giovani, peraltro, possono variare anche molte volte in uno stesso giorno. Ciò che è poco chiaro è come questi livelli mutino di giorno in giorno e di settimana in settimana".