L'Antitrust ha chiuso 5 procedimenti istruttori avviati nei confronti di altrettante compagnie attive nella fornitura dei servizi energetici. Si tratta di A2A, Green Network, E.On, Edison e Sorgenia, che dovranno pagare multe per complessivi 900.000 euro per la violazione dell’art. 62 del Codice del Consumo. Lo rende noto l'Antitrust stesso.

L’Autorità ha accertato che, a partire dal 13 giugno 2014, data di entrata in vigore della nuova disciplina, le predette società hanno chiesto ai consumatori il pagamento di una commissione di importo variabile, da 1 a 4 euro, in relazione a specifiche modalità di pagamento delle fatture. Ad esempio, mediante bollettino postale o con carta di credito.

L’Autorità ha ritenuto che la previsione di questa commissione, in tutti i casi esaminati, fosse in contrasto con l’art. 62 del Codice del Consumo che prevede un divieto generale di imporre ai consumatori spese aggiuntive per l’utilizzo di determinati strumenti di pagamento, senza che risulti possibile, in assenza di esplicite previsioni normative, ribaltare sui consumatori alcun costo a essi ricollegabile.