Il pilota messinese in Arabia Saudita.

  • Antonio Ricciari porta per la prima volta la Sicilia alla Dakar Classic.
  • La competizione mondiale di Rally Raid si svolgerà dall’1 al 14 gennaio 2022.
  • Il pilota siciliano è uno dei più esperti della scena italiana del rally.

La Sicilia vola in Arabia Saudita: per la prima volta nella storia della Dakar Classic un concorrente della Trinacria prenderà parte alla competizione mondiale di Rally Raid, in programma dall’1 al 14 gennaio 2022. Sarà Antonio Ricciari, 50enne messinese, a tenere alti i colori dell’Isola. Si tratta di uno dei piloti più esperti della scena italiana del rally. Vanta partecipazioni con ottimi piazzamenti al Campionato Italiano Endurance oggi CCR (Cross country rally), al Trofeo Mitsubishi ed in altre competizioni nazionali ed internazionali.

Antonio Ricciari porta la Sicilia alla Dakar

Ricciari gareggerà alla Dakar Classic con la Rteam RalliArt. La scuderia ha già all’attivo due vittorie nel campionato del mondo T2, una vittoria del campionato europeo T2, 21 vittorie di coppa del mondo T2, 8 vittorie del campionato italiano, 11 partecipazioni alla Dakar e 43 podi internazionali. Il messinese correrà a bordo di una Mitsubishi Evolution 3.5. Grande l’entusiasmo del pilota siciliano: «Partecipare alla Dakar sarà il mio sogno di bambino che si realizza», ha detto. «Trasformarlo in realtà costerà, però, tanto impegno e fatica. In questi giorni inizierò a Viareggio una preparazione fisica e mentale nella clinica del dott. Riccardo Ceccarelli, molto noto in ambito sportivo e specializzato nella preparazione di piloti di F1 e DTM. Voglio prepararmi bene perché non sarà facile, ma ce la metterò tutta per rappresentare al meglio la mia Messina e tutta la Sicilia».

La partenza della Dakar Classic è in programma giorno 1 gennaio 2022 ad Ha’Il in Arabia Saudita. L’arrivo è previsto per giorno 8 gennaio a Riyadh. La cerimonia di premiazione avrà luogo il 14 gennaio a Jeddah. Ad affiancare Antonio Ricciari ci sarà Marco Giannecchini, esperto navigatore del team già campione italiano con Renato Rickler al Tout Terrain. I chilometri da percorrere sono 8mila e non mancano le insidie. Sono oltre seicento i piloti iscritti, provenienti da tutto il mondo. Prima della competizione, ci sarà una prima gara in Turchia, a ottobre: servirà ad effettuare un primo test alla vettura. A novembre, invece, test di squadra in Tunisia, nel deserto. Foto: Marcelo Maragni / Red Bull Photofiles – Licenza.

Articoli correlati