Il videogame Made in Sicily.

  • Baldo: The Guardian Owls“, il gioco di ruolo nato a Messina.
  • Una produzione che strizza l’occhio alle eccellenze nipponiche.
  • Ecco perché tutti ne parlano.

Trae ispirazione dai classici del Sol Levante, ma è autenticamente Made in Sicily. Si chiama “Baldo: The Guardian Owls” ed è un prodotto del team NAPS di Messina. NAPS è una software house indipendente, nata nella città dello Stretto nel 1994. La sua ultima creatura è proprio Baldo: un videogame appena arrivato, ma che ha già fatto molto parlare di sé. Scopriamo perché.

Lo stile e le grafiche richiamano “The Legend of Zelda“, iconico capolavoro della Nintendo. Baldo è un gioco di ruolo che ha per protagonista un ragazzino, coinvolto in una grande missione. Nel giro di pochi minuti passa dalla sua vita, in cui aiuta la famiglia nei campi, a dover esplorare sotterranei giganteschi e pieni di pericoli. Ha tutti gli elementi che ci si aspetta da un gioco “nipponico”. C’è una grande mappa da esplorare, ci sono i “blocchi” da rimuovere e, soprattutto, alcune ambientazioni immense e molto difficili, i cosiddetti “dungeon”. Oltre a Zelda, c’è anche un richiamo alle produzioni dello Studio Ghibli e ai lavori del maestro Hayao Miyazaki, celebre per i film di animazioni. Sembra davvero di essere effettivamente immersi in un cartone animato.

Baldo: The Guardian Owls, dove giocare

Oltre alle varie avventure da vivere, ci sono degli interessanti enigmi. Questi prevedono operazioni in diverse stanze della nave e molta immaginazioni. I pareri in merito a “Baldo: The Guardian Owls” sono davvero i più disparati. Ha suscitato moltissimi entusiasmi, anche se non è mancata qualche critica. È disponibile su piattaforme Apple (iOS, iPadOS, MacOS) e su PC, Nintendo Switch, PlayStation 4 e Xbox One. Su iPhone e iPad è parte di Apple Arcade, l’abbonamento mensile di Apple “all you can play” che costa circa 5 euro al mese.

Articoli correlati