Un ragazzino di appena 15 anni, che voleva "morire da martire", è stato arrestato dalla polizia francese in quanto accusato di essere coinvolto nella preparazione di un nuovo attentato terroristico in Francia. Secondo alcune fonti d'informazione, il giovane, già agli arresti domiciliari da aprile, sarebbe stato in contatto attraverso Telegram con il militante francese Rashid Kassim, che qualche giorno fa aveva invitato "sorelle e fratelli" ad attaccare la Francia, sulla base dei "dettami" di alcuni fondamentalisti siriani.

Rachid Kassim, membro dell'Isis attualmente in Siria, era stato in contatto telematico con gli assassini del prete francese (ucciso il 26 luglio), della coppia di poliziotti (13 giugno) e delle tre donne della Peugeot imbottita di bombole di gas abbandonata il 4 settembre a Notre Dame.